Dopo una settimana di pioggia finalmente il sole fa capolino e non possiamo lasciarci sfuggire questa occasione, specialmente adesso con la stagione invernale alle porte.. tutto quello che arriva va preso!
Maurino non pervenuto causa “lavori domestici”, oggi siamo io, il Paul e il buon Vigna.
Oggi è anche il giorno per testare il nuovissimo portaborraccia X5 gel gentilmente fornitoci da RACEONE

IMG_1547

Ce la prendiamo comoda: appuntamento per le 12 a Como, destinazione la mitica salita di Brunate!

cartina

Salita impegnativa da Como a Brunate, 14 tornanti in 5 chilometri alla pendenza media del 8,7%, con punte del 14%, per un dislivello di 531 metri.
Un buon campo di allenamento per testare le gambe. Per gli amanti delle salite dure è possibile proseguire fino al rifugio Cao, altri 280 metri di dislivello in 3,8 chilometri (da Como al rifuglio Cao la pendenza media è del 8,6% per un dislivello di 753 metri in 8,8 chilometri).

TRKMAP_palanzone

altimetria

Come da aspettative la salita spinge subito di brutto tanto che dobbiamo fermarci un secondo per toglierci qualche indumento visto che il caldo fino in cima potrebbe disturbare e oltretutto siamo già abbondantemente in temperatura. Uno sguardo alle spalle e si parte!

IMG_1523

Causa bagordi della sera precedente il Paul si stacca dopo i primi tornanti ed il buon Vigna gli tiene compagnia.
Io dopo le prime due o tre rampe spacca-gambe trovi il giusto ritmo e salgo senza troppa fatica. Stavo pensando anche di andar su forte fino a che un altro ciclista con una mountan bike che pesa almeno il doppio della mia mi passa sui pedali come se nulla fosse! Li allora riscendo sulla terra e testa bassa raggiungo la funicolare, prima meta di oggi

funicolare

Dopo sosta panino facciamo quattro chiacchiere con lo stomaco del Paul che però non ne vuole sapere di proseguire.. io sento che ne ho ancora e la giornata è troppo calda per rinunciare.. Ci salutiamo nostro malgrado, il Paul e Vigna tornano alla macchina e io decido di proseguire fino alle baite per vedere oltretutto da dove parte il mitico Toboga, discesa famosa della zona che sarà una nostra futura tappa sicuramente

Foto di rito con Vigna e riparto
IMG_1540

La strada sale inesorabilmente, raggiungo il faro Voltiano e in contempoiranea un altro ciclista con una full a cui decido di aggregarmi per il resto della salita. Saranno almeno altri 4km, inesorabili! Ma la gamba gira bene oggi e arriviamo insieme alla vetta. Da li lui prosegue per scendere sull’altro versante, verson Pnzate. Io complice anche lo scontrino della macchina che mi indica che ho ancora circa 40 minuti prima di essere in multa, decido di tornare sui miei passi e ridiscendo per la stessa strada. Devo fermarmi assolutamente a fare una foto al panorama che vista la giornata è fantastico!
La borraccia OneTouch e il nuovissimo portaborraccia X5 GEL devo dire che hanno fatto la differenza! mai come oggi ho apprezzato il fatto di aprire e chiudere la borraccia con una sola mano e il grip inserendola nell’alloggiamento da molta sicurezza. Promossi entrambi sul campo, anche se per la borraccia si tratta a dir la verità di una riconferma visto che era stata utilizzata nel mitico HALLOWENAMENTO di settimana scorsa!

IMG_1527

La discesa è bella ma spesso le curve sono cieche, si toccano come ridere i 60Km/h e il traffico dall’altra parte è tutt’altro che rado quindi attenzione, facile farsi male e la prudenza qui non è mai troppa!
Arrivo in un battibaleno nel centro di Como, il sole scalda e mi rendo conto di non aver nemmeno messo la mantellina antivento in discesa.. ci sono le bancarelle dei prodotti regionali ad attirare turisti, per lo più stranieri devo dire.
Purtrooppo il maltempo dei giorni scorsi ha lasciato il segno e il lago è quasi fuori

IMG_1537

Un ultimo sguardo a “dove eravamo”..

dasotto

..e ricarico la bici sulla macchina, pronti per nuove avventure!

Alla prossima
Mirko

A proposito dell'autore

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.