Come gestire al meglio lo sforzo? come capire a che punto è la preparazione, se oggi è la giornata giusta per spingere oppure è meglio tenere un ritmo più blando se non addirittura stare a riposo?
Spesso tra noi amatori regna l’incertezza.. a volto il dubbio ci porta a strafare e andare in sovrallenamento, vanificando magari una preparazione fino a quel momento ottimale.

sovrallenamento2

Non avendo un preparatore personale che ci segua passo passo oggi la tecnologia ci viene incontro con il SUPEROP, un innovativo strumento che in pochi secondi ci dice qual’è la nostra reale condizione fisica e come il nostro corpo è in grado in quel momento di ricevere l’allenamento.

superop

Tensione arteriosa diastolica (minima), tensione arteriosa sistolica (massima) e frequenza cardiaca sono dati fondamentali che elaborati con un opportuno logaritmo indicano attraverso un colore (verde,giallo,arancio e rosso) qual’è lo sforzo che può essere realmente sostenuto.

COME FUNZIONA

Facilissimo! Si accoppia al nostro smartphone (sia android che iOS) attraverso la connessione Bluetooth e funziona attraverso l’apposita applicazione gratuita che installeremo sul nostro telefono. Una volta svegli, prima ancora di mettere il piede giù dal letto, basta indossare al polso il nostro dispositivo e premere un tasto: in pochi secondi avremo la lettura dei nostri valori di pressione e battito cardiaco.

circle_sfigmo_2_crono-2-300x300

dovremo indicare quindi molto semplicemente se il giorno prima ci siamo allenati e con quale intensità e durata in questa schermata dell’app:

superop-019dca-h900

QUANTITA’
Ti viene chiesta di valutare la Quantità del tuo allenamento di ieri in una scala da 1 (minima) a 5 (massima).
La Quantità fa rifermento a parametri quali: la distanza percorsa e/o durata dell’allenamento di ieri.
Può essere:
la durata effettiva dell’allenamento (o di entrambi gli allenamenti, se ne hai effettuati due) senza considerare le pause;
oppure, nel caso di discipline quali corsa, bici, nuoto, canoa, ecc., la distanza percorsa in totale.

Il punteggio massimo di 5 è equiparabile a:
una durata/distanza di gara
oppure alla massima durata/distanza che hai raggiunto in allenamento almeno una volta nell’arco degli ultimi 2 mesi.

INTENSITA’
Ti viene chiesta di valutare in una scala da 1 (minima) a 5 (massima) l’Intensità del tuo allenamento di ieri.
L’Intensità fa riferimento a parametri quali: velocità, tempi, pulsazioni, sforzo percepito durante l’allenamento di ieri.
Dunque rispondi considerando:

l’intensità media delle fasi attive del tuo allenamento (o di entrambi gli allenamenti, se ne effettui due nello stesso giorno), senza considerare le pause;
oppure, nel caso di discipline che comportano il percorrere una distanza (corsa, bici, canoa, ecc.), la velocità media con cui hai percorso le fasi attive, senza quindi considerare le pause;
oppure, nel caso tu usi un cardiofrequenzimetro, la frequenza cardiaca media delle fasi attive dell’allenamento, senza quindi considerare le pause.

Il punteggio massimo di 5 è equiparabile a:
una intensità/velocità di gara;
oppure alla massima intensità/velocità/frequenza che hai raggiunto in allenamento almeno una volta nell’arco degli ultimi 2 mesi.

In un primo tempo, più precisamente nei primi 14 giorni, il dispositivo ci “studia” incamerando i dati ma senza fornirci alcun responso.
Dal quindicesimo giorno in poi invece ci dirà dopo la lettura dei dati qual’è il nostro grado di ricettività dell’allenamento relativo a quel giorno.
Non avremo più paura quindi di sbagliare e il nostro fisico riceverà tutti i benefici di un corretto piano di allenamento e sapremo esattamente quale potrà essere l’intensità dello sforzo per migliorare la performance senza creare danni!

Questa mattina è stato il mio quindicesimo giorno, il primo giorno utile, oggi avrei potuto spingere al massimo ma ahimè… mi è toccato andare al lavoro…

IMG_6522

COME INTERPRETARE I CARICHI DI ALLENAMENTO CONSIGLIATI DA SUPEROP

Il carico allenante di una seduta (“Pesante”, “Medio” o “Leggero) è dato dalla combinazione dell’Intensità e della Quantità di quell’allenamento.

Valutiamo tanto la Quantità come l’Intensità di ogni seduta in una scala da 1 a 5.
Moltiplicando tra loro questi due valori si ottiene un punteggio che indica se una seduta sia Pesante, Media o Leggera.

Qui di seguito la tabella che calcola tutti i possibili punteggi di una seduta di allenamento:
Quantità x Intensità = Carico Allenante

Tabella_ITA2-1024x628

Quindi se SuperOp ha verificato che la tua condizione odierna è:

OTTIMALE (VERDE)
Puoi sostenere con beneficio un ALLENAMENTO “PESANTE”, cioè un allenamento il cui punteggio totale sia almeno 16.
DISCRETA (GIALLA)
Puoi sostenere con beneficio un ALLENAMENTO “MEDIO”, cioè un allenamento il cui punteggio sia almeno 8 e non maggiore di 15.
SUFFICIENTE (ARANCIONE)
Puoi sostenere con beneficio un ALLENAMENTO “LEGGERO”, cioè un allenamento il cui punteggio non sia maggiore di 6.
INSUFFICIENTE (ROSSO)
Sarebbe consigliabile non allenarti o, al massimo, effettuare un allenamento “minimo” il cui punteggio non sia maggiore di 2.

Nei prossimi appuntamenti stagionali (al momento Sellaronda Hero, Dolomiti Superbike, Alta Valtellina Marathon e 3 Epic) il SUPEROP sarà il mio “preparatore” ufficiale. Vi rimando quindi ai prossimi appuntamenti per ulteriori sviluppi e approfondimenti

colgo l’occasione per ringraziare Paolo Gambini di Wellness & Wireless Srl

A proposito dell'autore

1 risposta

  1. HERO 2.0 - becomeahero.it

    […] di partenza per fare il “corto”. Nella mia preparazione sto usando un nuovo alleato, il superOP ma lo sto usando da pochissimi giorni, i benefici inizierò a sentirli sicuramente nei prossimi […]

    Rispondi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.