week-end lungo quello appena trascorso per i nostri allenamenti dato che avevo il lunedì libero.

Sabato sessione mattutina di 60km fatta in parte in compagnia di Mauro (che chiuderà il giro a oltre 100km), Eliano e Armando che chiuderanno con 85Km. Il percorso è il classico Groane – Lura.
Armando ci porta a fare qualche salita e discesa su sterrato, giro sempre efficace e adatto nei momenti in cui non si hanno molte ore a disposizione. Percorso 90% sterrato

Domenica leggera variante sul percorso del giorno precedente. Presenti io, Tiziano, Davide al rientro dall’influenza e Aramis
Questa volta dopo le Groane saliamo a Cantù da Carimate dove incontriamo la salita al castello e quella del golf club. Da Cantù scendiamo verso il Lura che stavolta attachiamo dal versante opposto rispetto al giorno prima. Troviamo un percorso bellissimo fatto di sentieri in mezzo ai boschi e discese molto tecniche dove ci divertiamo alla grande. Rientro questa volta da Saronno, i km alla fine saranno 65.

Lunedì io e mio fratello Tiziano siamo a casa e decidiamo di dedicare un’uscita al fondo su asfalto con bici da corsa. Meta il mitico Ghisallo!
Partiamo verso le 9.20 quando il grosso del traffico dei pendolari è diminuito, seguiamo la Comasina fino a Bovisio per poi puntare su Desio, Seregno, Giussano, Erba e da qui parte praticamente il tratto di 20km di falso piano e salita che passando per il lago del Segrino, Canzo e Asso ci porta al santario della Madonna del Ghisallo. La giornata non è caldissima, il sole tarda ad uscire.

Ghisallo

Piccola sosta al santuario dove si possono ammirare le maglie e le bici di Bartali, di Moser, Coppi, di Casartelli e tanti altri. Qui lasciamo un saluto a chi come noi aveva la stessa passione ma il destino gliel’ha portata via.
Un saluto particolare al nostro compaesano che non è più con noi, il caro Valerio Zeffin che nel 2012 a 18 anni ci ha lasciati per un incidente in bici mentre si allenava con la sua squadra.
Ripartiamo quindi lungo lo stesso percorso sfrecciando giù per la discesa di Barni dove tocchiamo i 73,5 km/h
Alla fine il contachilometri segna 100km esatti, rientriamo a casa dopo 4 ore stanchi ma soddisfatti

Totale week-end quindi 230km. mancano solo tre mesi al Sellaronda ormai, avanti così!

A proposito dell'autore

1 risposta

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.