Oggi abbiamo il piacere di avere con noi direttamente da Bike Channel il grande Massimo Boglia, uno che di salite se ne intende!

Massimo infatti, ciclista professionista fino a poco tempo fa, conduce su Bike channel con il ct della nazionale Davide Cassani il programma “le grandi salite del ciclismo” nel quale ci illustra tratto per tratto come affrontare le salite rese mitiche dalla grandi gare del ciclismo di sempre

salite

Ciao Massimo, benvenuto su becomeahero.it
Come avrai visto ci siamo gettati in un’impresa epica per noi e volevamo approfittare della tua esperienza e competenza per chiederti qualche consiglio su come affrontare e gestire una gara dura come il Sellaronda Hero.
Siamo nella splendida cornice delle dolomiti, sovrastati dal gruppo sella. Incute timore solo a guardarlo, occorre rispetto.

Che ricordi hai tu di queste zone, quale salita ricordi particolarmente, anche se fatta con bici da corsa?
CIAO RAGAZZI, GRAZIE A VOI ED IN BOCCA AL LUPO FIN DA SUBITO,
E’ QUESTO UN TERRITORIO CHE DA SUBITO RICHIEDE GRANDE RISPETTO, UN PO’ COME IL MARE, SE LO APPROCCI CON TROPPA SICUREZZA RISCHI DI FINIRE NEI “GUAI”. E’ FONDAMENTALE, SIA SULLA BICI DA CORSA CHE IN MTB, SPECIALMENTE PER CHI NON HA MOLTA ESPERIENZA, CAPIRE COSA SIGNIFICHI PEDALARE IN QUESTA ZONA. SAREBBE UN GRANDE AIUTO, CHIARAMENTE COMPATIBILMENTE CON LE POSSIBILITA’ DI OGNUNO, FARE UN ALLENAMENTO PER PROVARE IL PERCORSO E INIZIARE A PRENDERE, SEPPUR IN MINIMA PARTE, UN PO’ DI CONFIDENZA CON QUELLO CHE SI ANDRA’ AD AFFRONTARE.

POSSO DIRE CHE QUESTO TERRITORIO HA UN FASCINO PARTICOLARISSIMO E POSSO AFFERMARE CHE NON RIESCO A DETERMINARE UNA SOLA SALITA ALLA QUALE MI SENTA PARTICOLARMENTE LEGATO, PER OGNI PASSO CONSERVO UN RICORDO, UN ANEDDOTO O UN AVVENTURA… AH DIMENTICAVO UNA COTTA 😉

Che rapporto ha Massimo Boglia con la mountain bike?
IO SONO UNO STRADISTA DA SEMPRE, HO PRATICATO NEL PERIODO INVERNALE CICLOCROSS E CON LA MTB MI PACE MOLTO FARE DELLE VERE E PROPRIE ESCURSIONI CON TANTO DI MACCHINA FOTOGRAFICA SEMPRE CON ME. LA MTB PERMETTE DI SCOPRIRE LUOGHI, BUTTARTI IN MEZZO ALLA NATURA MA SOPRATUTTO IO CON MTB POSSO DIRTI CHE MI RILASSO PARECCHIO.

Quali consigli ti senti di dare a chi come noi si prepara per questa gare?
IL CONSIGLIO CHE POSSO DARE, CHE POI è QUELLO CHE MI DO SEMPRE ANCH’IO E’, COME PRIMA COSA NON PERDERE DI VISTA IL DIVERTIMENTO, ESSERE OGGETTIVAMENTE E REALISTICAMENTE CRITICI CON SE STESSI, E POI BISOGNA AVERE MOLTISSIMA PAZIENZA.

Quanto conta secondo te il fattore “mentale” in gare così lunghe?
IL FATTORE MENTALE E’ FONDAMENTALE, CREDO CHE SIA LA COSA di MAGGIOR IMPORTANZA. NEGLI SPORT DI FATICA, LA TESTA E’ IL MOTORE. QUANDO SI E’ A TUTTA, QUANDO NON SAI PIU’ COME TI CHIAMI, NEI MOMENTI CHE INEVITABILMENTE CI SONO DURANTE UNA CORSA, ECCO IN QUESTE SITUAZIONI E’ IMPORTANTE RIMANERE LUCIDI E STARE TRANQUILLI. POI OGNUNO HA I SUOI METODI. DICO SOLO CHE NELLE FASI CHE PRECEDONO LA PARTENZA E ANCHE DURANTE DEVI ESSERE CONCENTRATO, LA TENSIONE C’E’ E’ CHIARO MA SE C’E’ IN MODO ESASPERATO, SPECIALMENTE PER CHI E’ MOLTO EMOTIVO POTREBBE ESSERE UN BOOMERANG. DAL VANGELO SECONDO ME 😉

Come si fa a capire come gestirsi in salita? A riuscire a capire quanto dare e quanto “tenersi” per le salite successive?
INDISPENSABILE CONOSCERSI. CONOSCERSI IN BICICLETTA E’ ANCORA PIU’ DIFFICILE.
MOLTO SPESSO PRIMA DI PENSARE ALLE MEDIE, AI PESI LEGGERISSIMI E ALLA PRESTAZIONE LA GRAN PARTE DEGLI APPASSIONATI TRASCURA IL CORRETTO UTILIZZO DEL CARDIOFREQUENZIMETRO, STRUMENTO STRA-IMPORTANTE PER CHI FA SPORT!!!

Per quanto riguarda l’alimentazione, come dovremmo comportarci secondo te subito prima, durante e anche dopo la gara?
L’ALIMENTAZIONE E’ UN CAPITOLO IMPORTANTISSIMO, ADESSO CREDIMI, LO SAI ANCHE TU QUANTO SIA DIFFICILE FAR COLAZIONE ALLE 5 O ALLE 4 DEL MATTINO. NON STRAVOLGERE MAI LE TUE ABITUDINI SOLO IL GIORNO DELLA CORSA, CASOMAI PIANO PIANO ANCHE DURANTE LA SETTIMANA (SE HAI TEMPO) INIZIA AD ALIMENTARI DA SPORTIVO ACCANTONADO UN PO’ IL CAFFE E BRIOCH AL VOLO. ANCHE QUESTO FA PARTE DELLA PREPARAZIONE.
IO TENGO SEMPRE A MENTE QUESTO VECCHIO DETTO “MANGIARE PRIMA DI AVERE FAME E BERE PRIMA DI AVERE SETE”

Mancano ancora circa 30 settimane alla gara, secondo la tua esperienza come consigli di pianificare un allenamento per arrivare pronti a questo appuntamento?
COME PIANIFICARE QUESTO APPUNTAMENTO? E’ UNA BELLA DOMANDA… ASCOLTA 30 SETTIMANE SONO TANTE, E’ NORMALE CHE ALL’INIZIO NON VEDI L’ORA E CI DAI DENTRO DA SUBITO, MA POI LOGICAMENTE L’ATTENZIONE CALA. ALLORA INIZIA PIANO NON AVERE FRETTA. SE PUO’ AIUTARTI AFFIDATI AI CONSIGLI DI CHI HA GIA’ FATTO DEGLI ERRORI. LA PREPARAZIONE E’ UNA PIRAMIDE PIU’ LA BASE E’ GRANDE E PIU’ VAI IN ALTO. QUESTO è UN ALTRA FRASE DA TENERE A MENTE, LO DICONO I PIU’ GRANDI
LA BASE E LE FONDAMENTA SONO IMPORTANTISSIME, DEVI AVERE PAZIENZA E ARRIVARE ALL’APPUNTAMENTO CON LA VOGLIA E L’ENTUSIASMO E L’EMOZIONE DI UN BAMBINO. QUANDO IL TUO APPROCCIO MENTALE E’ QUESTO SEI SULLA BUONA STRADA.
I CONSIGLI MIGLIORI TE LI DAI TU STESSO FACENDO ERRORI!!!
LA COSA PIU’ BELLA E’ ARRIVARE AL TRAGUARDO STREMATO MA FELICE E QUANDO HAI LA CONSAPEVOLEZZA DI AVERE DATO IL MASSIMO DELLE TUE POSSIBILITA’ HAI VINTO!!!

Grazie Massimo, continua a seguirci in questa nostra avventura!
Siamo sicuri che farai il tifo per noi. Continueremo a seguirti su bikechannel per carpire tutti i segreti di voi campioni

GRAZIE A VOI RAGAZZI
CIAO

MASSIMO

A proposito dell'autore

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.