La guida passo passo alla piccola manutenzione della tua MTB per un riding sempre al top

Lavaggio-pulizia-Mountain-Bike

La bella stagione è arrivata ed è il momento di tirare fuori dalla cantina la vostra amata bicicletta. Prima di tutto ci vuole una bella lavata. Non solo una sciacquata standard post-giro, ma acqua calda e detergente per rimuovere lo sporco ostinato dal telaio e dalle parti. Usate una spugnona, come quelle per le auto, vi faciliterà il lavoro. E via di gomito!

sciacquo

1. Vai di Spazzola
Prestate particolare attenzione alla catena, alla corona, ai pignoni posteriori e al deragliatore. Togliete il grasso e il fango usando una spazzola di durezza media. Infilate le setole dentro la catena e i pignoni, ricordando di controllarli anche dall’altro lato della ruota. La trasmissione vi ringrazierà.

pulizia pacco pignoni

2. La catena
Se non volete sostituirla spesso sgrassatela con dello sgrassante apposito (anche del gasolio va bene) e strofinate tutto con un spazzolino di durezza media. Al termine della pulizia rimettendola, ricordatevi di lubrificarla con un prodotto apposito non troppo viscoso.

sgrassante

Se volete degli spunti guardate la nostra guida sulla pulizia e lubrificazione della catena

3. Sgrassate gente, sgrassate
Usate un po’ di spray sgrassatore per pulire le pulegge. Per togliere lo sporco da angoli e fessure usate un cacciavite.

4. I cavi del cambio
Controllate sempre i cavi del cambio, specialmente dopo un periodo di inattività.
Lubrificateli con un lubrificante leggero per la parte che sono esposti e controllatene l’usura. In caso siano danneggiati andranno assolutamente sostituiti, altrimenti potreste rischiare di trovarvi senza cambio a parecchi chilometri di distanza da casa

5. Controllo del telaio
Una volta tolto lo sporco date un’occhiata al telaio alla ricerca di eventuali (fate gli scongiuri) crepe o danni causati da urti e usura. Una manutenzione costante e programmata vi permetterà di accorgervi per tempo di eventuali problemi che dovessero insorgere.
Consiglio di utilizzare uno spray protettivo da applicare sul telaio una volta asciutto e pulito, eviterà che lo sporco vi si depostivi fungendo un pò da barriera e i successivi lavaggi risulteranno più facili

6. Le forcelle
Dopo averle pulite per bene spruzzategli un po’ di olio al silicone sugli steli. Date sempre un occhiata anche ai parapolvere sui foderi per vedere se sono danneggiati o presentano qualche crepa. Io consiglio di tenere leggermente lubrificati anche questi con un filo di olio al silicone o con prodotti specifici per sospensioni

pulizia stelo

7. Pastiglie e freni
Controllate che la corsa delle leve freno non sia eccessiva, potrebbe essere il caso di un rabbocco di olio o di uno spurgo. Se la bici è stata usata molto intensamente sarebbe consigliabile anche sostituire l’olio una volta all’anno.
L’inverno per i freni è duro colpo: fango, freddo, polvere. Una controllata è d’obbligo. Date una pulita all’interno delle pinze per togliere la polvere e lo sporco. Usate una piccola quantità di sgrassatore. Controllate l’efficienza della pastiglie, se troppo sottili non esitate a cambiarle.
ATTENZIONE: non lubrificate i pistoncini delle pinze con WD40 in quanto si mangerebbe le guarnizioni!

Pastiglie freno

8. Pulizia dei perni
Se avete il perno passante nella forcella anteriore ed eventualmente anche sul carro posteriore, togliete i perni della ruote anteriore e posteriore e metteteci del grasso al litio. Vedrete come scorrerà meglio!

9. Bulloneria
Serrate tutte le viti: canotto, sterzo, ammortizzatori, sellino e piccole viti come quelle del porta borraccia. Scommettiamo che ce n’era qualcuna allentata? Mi raccomando di rispettare sempre la corretta coppia di serraggio indicata dal costruttore e per far questo fatevi aiutare da una chiave dinamo-metrica, si comprano oggi a buon mercato su internet. Ricordatevi che nel caso siano indicate due coppie di serraggio diverse per lo stesso componente, tenete buona quella più bassa.

10. Altro
Varie ed eventuali certo. Non lesinate sul tempo, prendetevi qualche minuto in più per controllate tutto quello che potete. La vostra bici ringrazierà.

A proposito dell'autore

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata